Il Pontile

 Home  /  La tua vacanza  /  Vedere  /  Il Pontile

Il pontile, originariamente una scogliera (il Molo), fu costruito nel 1951/52 per proteggere la spiaggia a nord dalla ghiaia trasportata dal fiume Vomano e dalle mareggiate. Nel 1983 il Molo è stato convertito in Pontile. Esso è lungo oltre 100 metri e finisce con una rotonda dove in estate si svolgono concertini mentre il sole nasce. All’ingresso del pontile, in un grazioso giardino, è stato posto un monumento in memoria di quanti sono morti in mare.

 

 

 

Descrizione completa

Nel 1951 il sindaco Raffaele Paris ottenne un finanziamento dal Ministero dei Lavori Pubblici per la costruzione di un pannello-scogliera (il molo) per salvare la spiaggia dalla ghiaia, trasportata dal Vomano nel corso delle mareggiate. I lavori furono eseguiti dall’impresa Girardi di Senigallia e completati nel 1952.

L’attuale pontile di oltre cento metri, con la rotonda finale, fu realizzato nel 1983.

È una delle bellezze paesaggistiche più fotografare nel territorio. Il pontile rimane un’icona della città, uno dei posti certamente da visitare, luogo di concerti all’alba e telescopi nella notte di San Lorenzo.Nel tratto di spiaggia circostante si svolge, inoltre, la rievocazione della “sciabica”, antica tecnica di pesca.

Monumento ai Caduti del mare

Nel 1983, rifacendo il molo, tutta l’area circostante fu abbellita con una piazza fiorita e con il monumento ai Caduti del mare, opera dello scultore Daniele Guerrieri. È realizzata in bronzo e rappresenta il tentativo di salvataggio di due uomini dall’affondamento di una nave.

Quest’opera vuol essere l’omaggio della popolazione rosetana e vuole tramandare alle generazioni future la storia delle proprie origini che sul mare ha fondato l’economia e la cultura.

 

Il Palazzo del Mare (Centro Nautico Polivalente)

Nell’area circostante al pontile vi era anche una vecchia Pescheria, quasi completamente inutilizzata per le disastrose condizioni dell’intero edificio a causa delle infiltrazioni di umidità dal basso e di acqua piovana dall’alto. Di fronte ad una tale situazione di decadimento, l’Amministrazione Comunale, sensibile ai tanti problemi esistenti in un paese che viveva con il mare e per il mare, decise di procedere alla ristrutturazione del fabbricato in modo da poterlo destinare alle attività che fossero legate a tale fonte di vita e quindi fu definito “Centro Nautico Polivalente” .

Il progetto prevedeva la sistemazione dell’edificio, la realizzazione di un  primo piano con un’ampia sala per congressi ed una visuale panoramica del mare da una parete completamente vetrata .

Inoltre era prevista anche la creazione di una scalinata esterna, ancora oggi presente,  sulla cui sommità doveva essere sistemata una cabina, dalle ampie vetrate, destinata alla “Centrale Radio”.

  Maggiori informazioni »
Contatti
Il Pontile
Lungomare Trieste, 64026 Roseto degli Abruzzi TE, Italia
counter