Storia

 Home  /  Scopri  /  Roseto degli Abruzzi  /  Storia
Storia

L'atto di nascita di Roseto riporta la data del 22 maggio 1860. Si riferisce al giorno in cui il Capitolo della Chiesa Ricettizia di Montepagano firmò l'atto notarile con il quale si ‘quotizzava' (cioè si divideva in quote, da cui il primo nome di Roseto: le quote. Ancora oggi i rosetani sono conosciuti anche come i ‘cutaruli', termine dialettale che traduce 'quotaroli'.) la zona centrale della marina di Montepagano. Tale atto fu reso possibile in seguito alla lettera pontificia di Papa Pio X e al regio rescritto con il consenso di Francesco II.

Poco a poco iniziarono a nascere piccole case a ridosso della spiaggia abitate dai paganesi che sceglievano di scendere dalla collina di Montepagano abbandonando così la vita di campagna per dedicarsi a una nuova attività: la pesca. La barca si trovava vicino alla piccola abitazione, circondata dall'acquitrino stagnante di una zona ancora selvaggia. Così, forse per ingentilire l'ambiente così povero e disadorno, si cominciarono a piantare delle rose. Erano le basi per quello che sarebbe poi diventato il nome e il simbolo della futura città: Roseto.

 

Alcuni momenti storici vissuti dalla città di Roseto degli Abruzzi:

  • 6 gennaio 1851: nasce nella Marina di Montepagano il pittore Pasquale Celommi
  • 22 maggio 1860: quotizzazione della fascia marina da parte della Chiesa Ricettizia di Montepagano
  • 17 ottobre 1860: erezione di un arco di trionfo in onore di Vittorio Emanuele II sulla strada regia delle quote di Montepagano
  • 19 aprile 1881: nasce a Le Quote di Montepagano il pittore Raffaello Celommi, figlio di Pasquale
  • 22 maggio 1887: la frazione di Montepagano chiamata Le Quote cambia il suo nome in Rosburgo
  • 2 ottobre 1894: nasce a Montepagano l'economista Vincenzo Moretti
  • 23 marzo 1896: nasce a Rosburgo il ceramista Pier Giuseppe Di Blasio
  • 21 maggio 1909: nasce la parrocchia di Santa Filomena Vergine e Martire di Rosburgo. La Santa viene elevata a protettrice della frazione e dei pescatori
  • 20 ottobre 1917: inizia lo stazionamento di un treno armato lungo la ferrovia per la difesa della costa
  • 3 aprile 1924: la sede comunale si trasferisce da Montepagano a Rosburgo
  • 20 febbraio 1927: la frazione Rosburgo diventa Comune di Roseto degli Abruzzi
  • 9 agosto 1928: muore a Roseto il pittore Pasquale Celommi
  • 27 giugno 1936: muore a Bologna l'economista Vincenzo Moretti
  • 20 maggio 1937: il generale Pietro Badoglio visita Roseto
  • 31 agosto 1943: a causa del primo bombardamento di Pescara, inizia lo sfollamento delle famiglie rosetane verso i paesi dell'entroterra
  • 29 novembre 1943: Roseto subisce un violento bombardamento aereo. Le bombe non colpiscono il centro abitato ma finiscono sull'arenile
  • 2 gennaio 1944: Roseto subisce un violento bombardamento navale
  • 13 giugno 1944: i soldati tedeschi lasciano Roseto
  • 17 novembre 1947: il Presidente della Repubblica Enrico De Nicola visita Roseto
  • 21 luglio 1948: Sosta a Roseto la fiaccola olimpica diretta allo stadio di Wembley per le Olimpiadi di Londra
  • 5 giugno 1954: il cardinale Lercaro di Bologna visita Roseto in occasione dell'inaugurazione della chiesa del Sacro Cuore
  • 3 marzo 1957: muore a Roseto il pittore Raffaello Celommi
  • 15 ottobre 1957: la Pro-loco di Roseto si trasforma in Azienda autonoma di soggiorno e turismo
  • 13 giugno 1959: il presidente della Repubblica Giovanni Gronchi visita Roseto
  • 22 maggio 1960: viene celebrato il primo centenario di Roseto
  • 29 maggio 1961: la protettrice di Roseto Santa Filomena viene desantificata
  • 14 agosto 1962: Maria Santissima Assunta viene proclamata protettrice di Roseto
  • 28 maggio 1964: muore a Roseto il ceramista Pier Giuseppe Di Blasio
counter

La storia attraverso vecchie cartoline

Lido Lucciola
Lido Mirella
Mare - Cartolina 1
Mare - Cartolina 2
Riccillo
Spiaggia - Cartolina 1
Spiaggia - Cartolina 2
App visitroseto

La nuova App visitroseto per scoprire come vivere la tua vacanza all’insegna del relax e del divertimento sul tuo smartphone.

Scopri l'App visitoroseto »

My Roseto

My Roseto ti permette di salvare le pagine più interessanti di visitroseto.it.